Misure di assistenza urgenti da parte di ProNepal dopo l’isolamento in Nepal

ProNEpal sostiene la popolazione coinvolta

Poco dopo lo scoppio della crisi del virus  Corona e in vista del blocco dichiarato in Nepal, ProNepal già il 7 aprile 2020 aveva annunciato al nostro partner, l’associazione  SEO di Kathmandu che avrebbe fornito un sostegno finanziario per misure urgenti. L’obiettivo era quello di aiutare le persone in difficoltà o in situazioni di emergenza con beni di prima necessità come cibo, prodotti per l’igiene e medicinali.

Dopo aver ricevuto alcuni suggerimenti sulle possibilità di sostegno, il 10 aprile il direttivo di ProNepal ha annunciato la concessione di un aiuto finanziario.

La SEO aveva valutato attentamente la situazione e aveva individuato un urgente fabbisogno di alimentari per le innumerevoli persone che a causa del blocco si erano dovute mettere in viaggio da Kathmandu per raggiungere a piedi i propri villaggi in aree remote. Poiché tutti i negozi e le locande erano chiusi, la folla di persone non trovava da mangiare durante tutto il lungo viaggio.

Poiché la nostra associazione partner non poteva lasciare Kathmandu, aveva dovuto delegare ad  un gruppo di persone fidate del distretto di Banepa, affinché fornissero per nostro conto pasti caldi e acqua potabile per alla gente in movimento.

In totale era stato  distribuito cibo e acqua potabile per ca. 1.400 persone. Questo tipo di aiuto è stato interrotto dopo circa una settimana, quando la Corte Suprema aveva incaricato il Governo a facilitare il rientro a i villaggi delle perone rimaste in viaggio.

Oltre a ció erano stati consegnati al Tempio di Pashupatinath, 250 kg di riso, 25 kg di lenticchie secche, 10 litri di olio e 5 kg di sale affinché ivi  si potesse distribuire un pasto alle persone senzatetto, che gravitano attorno al famoso tempio.

Come terza misura di aiuto, erano state acquistate 200 confezioni con alimenti. Una confezione contiene 5 kg di riso, 1 kg di lenticchie secche, 1 kg di zucchero, biscotti, 200 gr. di tè e 1 kg di sale con cui una famiglia può preparare il cibo per circa 1 settimana. I pacchi sono stati distribuiti in quattro distretti di Kathmandu  (Naya Bazar, Matidevi, Haudigaun e Gaushala) . L’azione era  stata annunciata attraverso una stazione televisiva e i social media. I bisognosi hanno così potuto contattare direttamente la nostra associazione partner che, dopo i relativi controlli, avevano potuto consegnare i pacchi alimentari alle famiglie bisognose.

Sono in programma ulteriori iniziative.